Centro Studi e Ricerca “Gironda-Nicolai”

Piazza Galtieri, 17 – 70010 Adelfia (Ba)

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

C.F. 93476630729

 

STATUTO

del Centro studi e ricerca “Gironda – Nicolai”

ART. 1

E’ costituito (ai sensi dell’art. 36 e seguenti del Cod. Civ.), per iniziativa dei fondatori, l’Associazione culturale “CENTRO STUDI E RICERCA GIRONDA - NICOLAI”.

ART. 2

SEDE

L’Associazione ha sede ad Adelfia, in Piazza Galtieri n. 17.

ART. 3

FINALITA’

1. L’Associazione Centro studi e ricerca “Gironda – Nicolai” (= Centro studi) ha lo scopo di promuovere iniziative di diffusione e valorizzazione storica, culturale, religiosa ed artistica della Città di Adelfia, ed in generale dall’arte e della cultura, con particolare riferimento alla storia patria. Per raggiungere tali obiettivi il Centro studi si propone di instaurare rapporti con ogni istituzione, pubblica e privata, che miri a valorizzare in qualunque modo il patrimonio storico, culturale e artistico di Adelfia.

2. Il Centro studi intende:

a. promuovere la ricerca storica su Adelfia;

b. organizzare attività, iniziative, mostre, convegni e seminari di studio atti a promuovere la conoscenza delle diverse espressioni sociali e culturali della Città di Adelfia;

c. sviluppare scambi culturali con analoghe istituzioni territoriali, con le università, le accademie e le biblioteche;

d. stabilire rapporti di collaborazione con le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado; 

e. pubblicare studi e contributi scientifici attinenti alla storia e ai personaggi illustri adelfiesi;

f. incrementare i rapporti culturali della Città di Adelfia con gli Adelfiesi che risiedono in altri luoghi d’Italia o all’estero;

g. promuovere e gestirere la creazione di un centro poli-culturale con al suo interno una biblioteca e un archivio storico.

ART. 4

FINANZIAMENTO E PATRIMONIO

1. Il Centro studi non ha scopi commerciali; al proprio funzionamento provvederà con i seguenti mezzi:

a. quote annuale di cui all’art 8;

b. contributi ordinari e straordinari che le vengano versati dagli associati o da enti pubblici o privati, sotto qualsiasi forma.

2. Il patrimonio associativo può essere aumentato da donazioni e da altre forme di erogazione da parte di enti e di privati interessati al suo potenziamento.

3. Gli eventuali profitti delle attività di qualsiasi genere svolte dal Centro studi verranno reinvestiti per il raggiungimento degli scopi associativi.

4. Gli esercizi associativi si chiudono al 31 (trentuno) dicembre di ogni anno.

ART. 5

ASSOCIATI

1. Gli Associati si distinguono in: fondatori, ordinari, onorari.

2. Sono associati fondatori coloro che hanno concorso alla fondazione del Centro studi e che, come tali, sono indicati nell’atto costitutivo. Sono associati ordinari coloro che intendono partecipare alle iniziative dell’associazione. Sono associati onorari le persone e gli enti che, per il loro riconosciuto prestigio o per i particolari meriti verso il Cento studi, recano lustro all’istituzione e ne diffondono le finalità.

3 La divisione degli aderenti nelle suddette categorie non implica alcuna differenza di trattamento tra gli stessi in merito ai loro diritti nei confronti del Centro studi. Ciascun aderente ha diritto a partecipare alla vita dell’associazione indipendentemente dall’entità dei versamenti fatti o dell’attività prestata o dei servizi ricevuti.

ART. 6

REQUISITI DI AMMISSIONE AL CENTRO STUDI

1. Potranno essere ammessi al Centro studi come associati ordinari tutti coloro che sono cultori della storia di Adelfia (letteraria, musicale, artistica, ecc..), che saranno presentati da almeno 2 dei soci fondatori o da almeno 5 associati ordinari.

2. Coloro che aspirino ad essere ammessi come associati ordinari devono farne domanda motivata al Presidete del Centro studi, che la sottoporrà ai componenti del Comitato Scientifico, i quali provvederanno all’iscrizione o ne motiveranno il diniego. La quota associativa dovrà essere versata contestualmente all’ammissione.

ART. 7

DIRITTI DEGLI ASSOCIATI

1. Tutti gli associati partecipano alle assemblee con diritto di parola e di espressione di voto.

2. Tutti gli associati avranno diritto di usufruire di ogni iniziativa culturale, nonché dei servizi e delle agevolazioni che il Centro studi intenderà istituire. Tutti gli associati, in regola con il versamento delle quote associative, hanno altresì diritto di suggerire e proporre al Comitato scientifico eventuali iniziative che rientrino nei fini istituzionali. Tutti gli associati potranno effettuare versamenti volontari anche oltre la quota minima fissata.

ART. 8

DOVERI DEGLI ASSOCIATI

1. Tutti gli associati sono tenuti al versamento di una quota annuale che viene fissata per il primo anno in € 25,00 dagli associati fondatori. In seguito sarà l’assemblea degli associati a stabilire la quota nella seduta di approvazione del bilancio di previsione.

2. Tale versamento dovrà avvenire entro il 31 Gennaio di ogni anno. Qualora gli associati non provvedano al versamento della quota entro il termine indicato, sono invitati a provvedere entro il mese successivo.

3. Qualora persista l’inadempimento si provvede alla dichiarazione di decadenza. La quota è intrasmissibile e non è rivalutabile.

4. Qualora si profilino spese straordinarie potrà essere richiesta, a seguito di delibera assembleare, un’integrazione una tantum della quota annuale.

5. Gli associati hanno il dovere di collaborare secondo le possibilità di ciascuno, in aderenza agli scopi associativi, al buon funzionamento del Centro studi e per il conseguimento dei propri fini.

ART. 9

PERDITA DELLA QUALITÀ DI ASSOCIATO

1. La qualità di associato si perde per dimissioni e per morosità.

ART. 10

ORGANI

1. Sono organi del Centro studi:

a. L’assemblea dei soci

b. Il Comitato Scientifico

c. Il Presidente

d. Il Segretario

e. Il Tesoriere 

ART. 11

L’ASSEMBLEA DEI SOCI

1. L’Assemblea dei soci è l’organo sovrano del Centro. È convocata in seduta ordinaria dal Presidente, o, in caso di sua assenza o impedimento, da uno dei soci fondatori. La convocazione deve avvenire tramite avviso contenente l’ordine del giorno da trasmettere con lettera semplice, anche via fax o via e-mail, almeno dieci giorni prima della data fissata per l’assemblea.

2. Ogni qualvolta il Presidente lo ritenga opportuno, anche su istanza di almeno un terzo degli associati, vengono indette, con le stesse modalità di cui all’art. 1, assemblee straordinarie senza limite di numero nel corso dell’anno.

3. Le deliberazioni dell’assemblea sono prese a maggioranza semplice dei voti. In caso di parità prevale il voto del Presidente.

4. La votazione è diretta e palese, salvo i casi in cui si discuta in merito ad un associato o in particolari casi in cui lo scrutinio segreto venga richiesto dal Presidente.

5. Ogni socio ha diritto ad un voto. È esercitabile la delega al massimo di 2 soci.

ART. 12

PRESIDENTE DEL CENTRO STUDI

1. Il Presidente del Centro studi viene eletto dall’assemblea dei soci, ha la legale rappresentanza del Centro studi, ne firma gli atti, sovrintende all’amministrazione dell’Associazione stessa.

2. Il Presidente in particolare:

a. convoca l’assemblea dei soci;

b. cura l’osservanza dello Statuto e propone all’assemblea degli associati l’aggiornamento o la riforma quando se ne ravvisi la necessità;

c. fa parte del Comitato scientifico;

d. provvede all’esecuzione delle deliberazioni degli organi del Centro studi;

ART. 13

COMITATO SCIENTIFICO

1. Il Comitato Scientifico è formato da 10 componenti. Essi verranno scelti tra personalità del mondo scientifico e culturale.

2. Il Comitato Scientifico prende in esame le proposte relative a tutte le attività del Centro studi garantendone l’aderenza agli scopi e alle finalità del Centro stesso.

3. Il Comitato nomina tra i suoi componenti il Presidente, che ha le funzioni di coordinare le attività del Centro studi e di convocare e presiedere il Comitato Scientifico.

ART. 14

SEGRETARIO

1. Il Segretario redige e custodisce i verbali delle sedute dell’Assemblea e provvede a dare ad essi adeguata pubblicità entro dieci giorni dalla loro approvazione.

ART. 15

TESORIERE

1. Il Tesoriere cura la contabilità e predispone il rendiconto finanziario, da presentare all’Assemblea annuale per l’approvazione.

Adelfia, 26 Gennaio 2017

Il Presidente